Mi farebbe piacere...

Ciao e benvenuta/o in questo Blog. Mi piacerebbe tu esprimessi un pensiero sul mio... mondo di colori. Grazie!

OSCILLARE

(Hermann Hesse)-"Già fin d'allora i sentimenti erano quelli che dovevano restare per sempre: l'incertezza del proprio valore, un continuo oscillare fra l'autostima e lo scoraggiamento, fra un idealismo al di sopra delle cose del mondo e un naturale appetito dei sensi, e come allora, anche cento volte più tardi ho visto quei tratti della mia natura talvolta come una spregevole malattia, talaltra come segno di merito."

domenica 21 dicembre 2008

Buon Natale!


Dal tempo stabilito la Pienezza dei Colori è in mezzo a noi. E' Amore e il suo desiderio è quello di essere accolto nei nostri cuori.
L'anno scorso mi è stato fatto il dono di lavorare alla costruzione del Presepio alla Montanina. Giorni che mi hanno portato al Natale in una dimensione di silenzio, protetto dal dover assistere all'insulsa frenesia legata ai soldi e alla pia illusione che un pacco ricco e pieno sia più importante di uno spirito aperto, gentile e attento al desiderio delle persone.

martedì 16 dicembre 2008

Pungitopo


Un simpatico segnaposto, creato per la festa di nozze di Dani e Francesco, amici di Sara chiamata a far loro da testimone. Una piccola pianta, il pungitopo, che in questi giorni a fatica buca la neve copiosa con le sue bacche rosse, in netto contrasto col verde profondo delle foglie pungenti.
Un richiamo e una difesa, che i colori complementari sanno ancor più esaltare.

giovedì 11 dicembre 2008

LaureAnna










Oggi è un giorno da ricordare come unico, vissuto per la LAUREA di Anna, la più giovane dei 5 colori che compongono la nostra famiglia. Una gioia intensa che solo i sentimenti profondi (viscerali) sanno donare. Eravamo lì tutti in modo pieno, anche se Sara è rimasta bloccata a Trento per il ritardo dei treni (troppo amareggiata, lei che per esperienza conosce quanto sia bello condividere con la famiglia un momento così importante). Paolo non poteva certo mancare e amiche e amici hanno brindato con noi. Mi ripeto nel grazie dovuto e posto foto che dimostrano palesemente l'emozione paterna anche se è Cate a meritarsi in particolare il riconoscimento di mamma che sa amare da sempre in modo incondizionato.

mercoledì 3 dicembre 2008

3... ancora!


Per Anna, che discute oggi la tesi "L'esistenzialismo positivo di Nicola Abbagnano", un impegnativo percorso di studi si conclude con gioiosa soddisfazione. Può ben essere colorato da un tramonto eccezionale,
cui raramente viene concesso di assistere in questa parte di mondo. Sono perfino salito sul tetto di casa per godermelo in pienezza.
Un grazie al Cielo e all'Esistenza che sa sempre stupirci e regalarci meraviglie.

martedì 2 dicembre 2008

Inverno sui monti


Questo mese di dicembre fa subito dimenticare l'autunno. Da qualche giorno sui monti intorno la neve è padrona. Fa brevi comparse anche in paese ma presto si lascia dolcemente sciogliere dal vento del sud.
La pioggia accompagna anche le ore notturne, ritmi diversi e mormorio dell'acqua che scorre in grondaia sovrastano a volte le voci serene dei canti preghiera di Taizé: "Nada te turbe, nada te espante: solo Dios basta".

giovedì 27 novembre 2008

Neve in Via Riello


Si diceva, stamattina in casa, come sia bello e strano vedere tanta neve addirittura in Novembre, quando poche settimane dianzi l'autunno sembrava non volersi staccare dalla fine d'estate. Solo le piogge, arrivate copiose e insistenti a ingrossare i torrenti (e riaprire ferite di alluvioni passate), avevano riportato il tempo al passo con la stagione. Allora le foglie brune e incupite riprendevano vita, sprazzi di tavolozza si notavano intorno, del tutto lontane le cime appena innevate. Poi è bastato il vento ad annunciare il freddo e la neve notturna ha velato leggera colori ormai spenti. Ora l'incalzante gelido inverno si insinua furtivo e muove i suoi passi di ghiaccio lungo la Via Riello.

lunedì 24 novembre 2008

Prima neve


Il silenzio della notte in cui arriva la prima neve è unico. 
Lo senti irreale, ascolti attento e d'un tratto capisci:
sta nevicando! 
Il frastuono lontano dello spazzaneve
ne è solo conferma, 
poi ancora silenzio e...
'Bianco di neve'.

mercoledì 19 novembre 2008

Colori d'autunno in alta valle


Mi sento coinvolto in questo parlare e mostrare la stagione dell'autunno, da me attesa da sempre con l'aspettativa unica di chi dei colori si nutre come alimento per l'anima, l'energia che muove l'universo e ci mantiene vivi e vitali. Ho messo su carta, accostato e mescolato colori e colori di una stagione che offre se stessa senza reticenze allo sguardo estatico di chi, anno dopo anno, l'attende con ansia per tuffarvisi dentro e rimanerci il più possibile. Un pericolo lo corro tuttora, quello di... esagerare e di non riuscire quindi a mantenere in armonia una quantità di tinte, di toni, di note che danzano tra loro con grande gioia e libertà.

mercoledì 12 novembre 2008

Colline


Recentemente sono stato invitato ad esporre in collettiva. Ho scelto 4 acquerelli e 1 acrilico ritoccato ad acquerello. Sono momenti degli ultimi 4 anni, paesaggi che hanno una loro continuità con il passato ma che contengono elementi di novità sui quali vorrei soffermarmi... O forse no, dato che qui un'amica mi induce a una pausa di riflessione. Mi limito quindi a postare un acquerello piccolo, passa forse in secondo piano rispetto ad altri, ma ha diritto di dire la sua e perciò ora gli cedo la... scena.

mercoledì 5 novembre 2008

Grazie ai miei


Colori determinanti, Mario e Anna, unitisi in matrimonio giusti 70 anni oggi. Senza di loro non ci sarei io e nemmeno i miei colori. Posto una piccola foto che ci ritrae famiglia lassù, a Slaghenaufi. Estati di vacanza mai dimenticate, zia Norma cucinava e... sopportava pure me. La posa da piccolino denota già una certa... creatività, forse determinata da quella sicurezza in un appoggio che interiormente non sarebbe mai scomparso.

mercoledì 29 ottobre 2008

Autunno 2007 a Condino




E' già passato un anno dall'intensa esperienza vissuta durante il laboratorio acquerelloso "Atmosfere d'autunno" di Condino in occasione del ponte di Ognissanti. Tre giorni splendidi, un clima che ci ha permesso di godere in pieno i colori straordinari dell'autunno, uno stare insieme convinto e insistito che ha prodotto sensazioni di particolare benessere. Queste foto sono il mio grazie agli amici che hanno accolto la proposta con gioia, espressa alla fine in parole di commento anch'esse colorate.
E un ricordo commosso va a colei che ora sta davanti a noi lassù, avvolta in colori di luce e di pace.

sabato 25 ottobre 2008

Giorni multicolori


Giorni in cui il succedere degli accadimenti fa cambiare repentinamente i colori che indossiamo. Proviamo sensazioni che esprimono con chiarezza il movimento stranito e fastidioso del nostro mondo interiore.
A determinarle sono fatti che succedono, che potrebbero succedere, pensieri che si accavallano e distraggono dal 'qui e ora', timori più o meno giustificati, incontri e scontri, atteggiamenti e assenze, comunicazioni importanti e incomprensioni impreviste, obblighi e desideri.
Tanti colori, a volte troppi per non fare confusione, per riuscire a distinguere i toni, ad accogliere le densità, a permettere le trasparenze, a capire che tante velature sovrapposte, anche quelle più sottili, rischiano di togliere trasparenza e luminosità, qualità indispensabili e che sono il cuore della pittura che amo e che tento di far conoscere nel mio piccolo mondo.

mercoledì 22 ottobre 2008

Strappi

 La montagna azzurra - Acquerello 2007

Mi succede ogni tanto di andare a sfogliare i miei acquerelli per riprendere contatto con l'ormai lungo percorso coloroso. Dubbi ne provo ogni volta, sulla qualità dell'opera e sulla sua capacità espressivo-comunicativa. Viene il momento in cui decido di strappare, con determinazione e senza rimpianti. E' così che si può tranquillamente sgombrare il campo da ciò che dimostra il limite proprio e quello relazionale. Un pericolo c'è: di non potersi o volersi poi misurare nel tempo con l'insoddisfazione, la rabbia, la frustrazione. Sentimenti che di certo provocano sofferenza ma possono altresì essere stimoli determinanti per riprendere il cammino e andare oltre. "La montagna azzurra" ha corso oggi un grosso rischio; rimane tuttavia ancora nel gruppo in attesa di nuove verifiche.

domenica 12 ottobre 2008

Brustolè 2008


Oggi ho potuto godere di una straordinaria atmosfera d'autunno. Un sole caldo e luminoso riempiva la piazzetta del Maso dove abbiamo allestito la piccola mostra del gruppo 'La via dell'acquerello'. L'invito è venuto dal Comitato in difesa del Brustolè.
Le tante persone che mi hanno salutato con gioia e si sono informate sui prossimi appuntamenti hanno ancora una volta testimoniato la validità e la ricchezza dell'incontro festoso e gratuito.

giovedì 9 ottobre 2008

Blu ventoso

Autunno - Acquerello 2006

Ascoltavo in silenzio, venerdì scorso, il rumore del vento 
che spazzava le nubi resistenti. 
Era notte fonda, ormai.
Nel pomeriggio il cielo si era improvvisamente aperto: 
il vento del sud, caldo, si opponeva con forza 
alle grandi nuvole grigie che sovrastavano 
i monti della conca cangiante. 
Opposti che si elidono al centro, 
per dare vita al nuovo 
che di continuo vuole e riesce a imporsi. 
Luci e ombre per esaltare le differenze, 
affinchè l'uno possa identificarsi 
per tentare di non essere 'altro' 
dal vero sè.

mercoledì 1 ottobre 2008

Oltre confine


Ottobre: un mese che mi ha visto uscire dal mio mondo conosciuto e amato per approdare in terre altre non subito accoglienti. Una prova durata a lungo e che segna tuttora il mio cammino.

martedì 23 settembre 2008

Osserv azioni colorate






"Sono un po’ casinista stamattina ed anche elettrico perché, alla fine, quando vado in mostra è sempre un momento esaltante, succeda quello che deve, io mi sento felice e l’incontro con i visitatori è molto più di quello che appare". Così scrivevo 3 anni fa alla vigilia della personale che avrei aperto nel pomeriggio del 23 settembre presso la chiesetta dell'Ospizio a Piovene Rocchette. Un luogo che, appena visto, mi era sembrato ideale per una mostra di acquerelli. Il momento che sentivo più intenso, quasi misterioso, era al mattino quando con emozione entravo in quel religioso silenzio. I colori assumevano toni inaspettati, la luce filtrava gentile dalle finestre acute e rischiarava appena la penombra dell'ambiente. La musica di sottofondo si trasformava in timida preghiera di lode e di ringraziamento. Bello, decisamente e, se possibile, da ripetere. Quando? Mah! Nel frattempo... mi piace ritornare con la mente e con il cuore alle tante persone che in quell'occasione mi hanno testimoniato apprezzamento e affetto. A loro rinnovo il mio grazie sincero, in particolare a chi mi ha permesso di esporre là e a chi ha lavorato per l'allestimento, l'informazione, la festa vivace e sincera.

venerdì 12 settembre 2008

3


Il 3 lo si conosce come numero perfetto, naturalmente. Oggi lo voglio mettere in evidenza come 'posto' di una graduatoria che ha fatto felice la 'grande' figlia, Sara. Per lei un nuovo inizio, frutto di impegno forte e costante, di un desiderio cresciuto col tempo e divenuto stimolo vitale.
Il nostro augurio di famiglia: che il cammino le possa riservare belle soddisfazioni. Se le merita! L'immagine adatta è quella del sole appena sorto sul mare di Rosapineta; introduce il giorno come una promessa di luce e di calore.

giovedì 11 settembre 2008

11 Settembre 2001



7 anni fa... Un giorno tremendo, impossibile da dimenticare. Ero a Vicenza con la mia mostra di acquerelli, un avvenimento! La tragica notizia riportata da un visitatore, agitato e incredulo, una corsa verso il vicino bar dove in tv stavano mostrando le immagini convulse delle due torri in fiamme. Conosciamo fin troppo bene quanto è successo e le conseguenze che ancora stiamo pagando e pagheremo per chissà quanto tempo ancora. Un certo modo di pensare direbbe che stiamo scendendo la china e non sarà possibile arrestare la caduta di una umanità che sembra aver smarrito le ragioni del cuore. Io posto tuttavia un'immagine di speranza, insieme all'articoletto di un martedì che ricorda pure una bella esperienza di-mostrativa e comunicativa.

lunedì 1 settembre 2008

Settembre

Renato Zero - I migliori anni della nostra vita - Cerca con Google

Ascoltare una canzone che piace può essere un buon inizio per questo mese di settembre che smorzerà l'estate e introdurrà i colori splendidi dell'autunno.
Tre anni fa Settembre ha visto pure una mia significativa personale alla chiesetta dell'Ospizio di Piovene: momenti di festa e di incontri, messaggi donati con gioia ma soprattutto accolti con grande stupore e meraviglia.

domenica 31 agosto 2008

Venezia 1998

 
Canale Giudecca - Acquerello 1998
 

Come fosse ieri e sono trascorsi dieci anni... Spesso si fanno i conti con il tempo che fugge, qualche rimpianto, a volte nostalgia, ma in particolare la consapevolezza che la vita viene vissuta veramente troppo in fretta, senza pause sufficienti, senza quasi permetterci di ripensare esperienze importanti alle quali attingere. A Venezia nell'agosto del 1998, per il corso estivo promosso dalla Scuola Internazionale di Grafica. Un'avventura tosta, alla bohémien, con un caldo afoso impertinente, in giro per calli e campielli dal mattino assonnato fino a notte fonda. La cena, momento condiviso quale frutto del variopinto impegno degli allievi dei vari corsi (acquerello, olio, grafica...) ricostituiva le forze e rilanciava nella luce fioca e suggestiva dei lampioni. Allegra e un po' irriverente la consueta visita (con commenti...) di mezzanotte ai pittori in piazza San Marco. Poi, solo il fastidioso rumore di un bicchiere di plastica che qualche sbuffo di vento faceva rotolare ripetutamente in campo San Maurizio. Una delle uscite ci portò lungo il Canale Giudecca, la schiena appoggiata al muro, davanti una chiatta e quel cordame incredibile che poteva tentare e mettere alla prova solo una pazienza ancora assai valida. Giorni indimenticati e forse decisivi per il successivo cammino.

giovedì 28 agosto 2008

Condino estate




Sta suonando la campana di mezzogiorno e mi risuonano all’improvviso i rintocchi che ascoltavo sabato scorso a Condino, mentre riponevo il materiale a conclusione della settimana del corso di acquerello. Esperienza intensa e nuova per certi aspetti, considerato il numero dei ‘colorosi’ e la collocazione nell’ex fienile del convento. Era come essere all’aperto, la luce, l’aria, i rumori, i profumi (anche quelli dell’ottima cucina!) giungevano a noi e si mescolavano al mormorio e ai commenti. Giorni di sole, in tutti i sensi, forte condivisione anche per i nuovi arrivati. Incertezze e insoddisfazioni sono durate poco, alla fine l’hanno vinta i colori ed è cresciuta la consapevolezza di un’avventura importante. La mostra collettiva nel chiostro ha saputo poi trasmettere ampiamente a tutti la sensazione di un bel risultato raggiunto.

lunedì 11 agosto 2008

Bagni Froy





Mi ricordo quel giorno d'estate del 2000, quando abbiamo deciso, Cate ed io, di andare alla scoperta della mitica Bagni Froy di cui da qualche anno leggevamo su 'Fractio Panis'. Accompagnata Anna a Villa Capriolo di Selva, abbiamo risalito il pendio e attraversata S.Pietro, come altre volte, per continuare poi verso Laion e ancora oltre, fino a inoltrarci nel bosco fitto di pini. Un divieto di transito poco incoraggiante, qualche battuta e la decisione di procedere secondo l'indicazione di una tabella di legno segnata dal tempo. Sosta obbligata di fronte alla strada sterrata stretta e tortuosa, alta su pareti scoscese ormai avvolte nell'ombra del monte. A piedi, quasi di corsa l'ultimo tratto, come fanciullo ancor timoroso del buio incipiente. Non ho saputo arrivare al punto di vista sulle case, i minuti passavano e Cate aspettava in auto. Giustamente Luisa, informata dell'avventura, ha potuto dirmi: "Ma come, ti sei fermato appena pochi metri prima della mèta!". Capita, nella vita, che non vedendo il traguardo, ci si privi della gioia dell'arrivo. Ma ci siamo ritornati, lassù, più volte e anche quest'anno, dentro e fuori, i colori si sono riaccesi.

giovedì 3 luglio 2008

Laureanda in Filosofia


Così oggi lei si è definita, dopo aver ben superato l'ultimo esame che la separava dal traguardo della tesi. Felici tutti e un grazie alla Vita che dona generosa senza intermittenza.

mercoledì 2 luglio 2008

Mare



Ancora la mèta è un luogo che ha potuto riconoscere per lungo tempo, anno dopo anno, le diverse orme della nostra famiglia unita. Estati al mare, alle quali si ritorna volentieri per un'infinità di ricordi, legati molti alla crescita e alle avventure dei nostri figli.
Belle esperienze, non ultima, per me, la pittura di marine, che mi accompagna, direi, quasi parallela a quella delle mie montagne.

sabato 21 giugno 2008

Un po' di cielo


Per non rischiare di tenere gli occhi aperti solamente sulle cose che hanno 'peso'... e per tentare, se possibile, di renderle più leggere.

venerdì 13 giugno 2008

Tappe di vita


L'augurio pieno di colori per la 'piccola' Anna cresciuta, in un giorno per molti importante perchè dedicato ad Antonio,
il Santo di Padova nel periodo dei gigli.
Per noi, famiglia, soprattutto un giorno di primavera che ci riporta la gioia grande di quel mitico 13 anche dopo .. anni.

mercoledì 11 giugno 2008

Primari e...

Questi nostri giorni passano veloci e non riescono a fingere che tutto intorno sia sempre uguale. Farebbe comodo, a volte; più spesso invece ci parrebbe di subire come un'assenza di stimoli, di opportunità, di relazioni. Oggi ho ceduto al richiamo dei colori, ho ripreso in mano il pennello, l'ho intinto nell'acqua limpida e sono andato nel blu, il mio primo colore, quello del cielo profondo che sa ancora prendermi e trattenermi.
Sono poi passato oltre, naturalmente, accostandomi al giallo e al carminio. I colori primari reggono molto bene la concorrenza degli altri anche se la loro disponibilità ad accostamenti e mescolanze è decisamente alta.
Succede così che in serena collaborazione i meravigliosi colori dell'arcobaleno (che proprio in questo momento Cate mi dice librarsi sopra il Paù) sanno di continuo ri-creare l'armonia della vita.

lunedì 9 giugno 2008

Collettiva in Villa Valmarana




Siamo ritornati in Villa Valmarana. La mostra collettiva in Villa è l’appuntamento annuale più importante per i Soci del gruppo "La via dell'acquerello", ci permette di essere presenti in un contesto assai suggestivo e di farci ri-conoscere dai visitatori anche con le novità dell’ultimo anno. Non certo con la pretesa dei… professionisti, ma con la consapevolezza che un percorso personale condiviso manifesta sempre il segno, la dimostrazione di una possibilità, aperta a chiunque decida ‘un giorno’ di dare ascolto alla voce di un desiderio, se non di una nascosta passione. Vogliamo essere tra noi e per altri di sostegno e di incoraggiamento a cercare e coltivare il bello proprio in tempi che sembrano aver dimenticato il vero significato della bellezza e delle sue… conseguenze positive.

giovedì 5 giugno 2008

Post Condino





Colori di musica, emozioni d'acqua, incontri... tra persone, con l'ambiente, con i segni di un passato, col silenzio usuale a volte non interrotto. Esperienza ripetuta di vite in relazione, scoperta di un mondo divergente. Primavera d'intorno eppure... dentro. Riflessi di luce nel chiostro festoso, poi lontananza di voci e motori accesi. Altrove, forse, per nuovi colori non ancora sciolti.

giovedì 29 maggio 2008

Primavera a Condino



Il tema ‘Primavera d’intorno brilla nell’aria…’ ('Il passero solitario’ di G.Leopardi) invita, dopo le lunghe giornate dell’inverno, ad uscire all’aperto e a riprendere contatto e confidenza con l’ambiente naturale: scoprire gli angoli suggestivi della valle solcata dal torrente, osservare i prati fioriti, i monti e i cieli ventosi, immergersi nella luce ritrovata e godere dei colori freschi e stimolanti della primavera.
Proprio la pittura ad acquerello, per le sue caratteristiche di immediatezza, trasparenza e sensibilità, permetterà di fermare sulla carta attimi di libertà e di benessere donati dalla rinnovata stagione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...