Mi farebbe piacere...

Ciao e benvenuta/o in questo Blog. Mi piacerebbe tu esprimessi un pensiero sul mio... mondo di colori. Grazie!

OSCILLARE

(Hermann Hesse)-"Già fin d'allora i sentimenti erano quelli che dovevano restare per sempre: l'incertezza del proprio valore, un continuo oscillare fra l'autostima e lo scoraggiamento, fra un idealismo al di sopra delle cose del mondo e un naturale appetito dei sensi, e come allora, anche cento volte più tardi ho visto quei tratti della mia natura talvolta come una spregevole malattia, talaltra come segno di merito."

sabato 31 dicembre 2016

BUON ANNO 2017


Chiaro di luna - Acquerello

Un sincero e affettuoso augurio per il Nuovo Anno 
lo affido a questo paesaggio invernale. 
E' scaturito anni fa da un'immagine notturna 
mentre il vento soffiava con forza 
e la luna esaltava il bianco mantello di neve.

martedì 20 dicembre 2016

Contrada nella nebbia


2016 Contrada nella nebbia autunnale - Acquerello

E' questo un lavoro al quale ho dedicato
parecchio tempo, probabilmente più del necessario.
Ma non riesco quasi mai, quando copio dal vero (foto),
ad allontanarmi dalla bellezza del soggetto che ho scelto.
E' anche una sorta di rispetto quella che provo,
e tuttavia continua a rimanere aperta la discussione
sui modi e sui tempi con cui affrontare e sviluppare
e portare a compimento un dipinto ad acquerello.
In questo sono comunque riuniti i diversi aspetti
della mia pittura, perciò lo considero significativo.


2016 Contrada nella nebbia autunnale - Acquerello in progress




https://www.facebook.com/Luigi-Spagnolo-Acquerellista-1570040096645496/

martedì 13 dicembre 2016

Abetaie nella nebbia


2016 Abetaie nella nebbia - Acquerello

Un pomeriggio, in montagna, quando l'autunno
mostra ormai solo in parte i suoi colori maturi
e la stagione fredda sembra ancora lontana,
può capitare di trovarsi di fronte al mutare continuo
del paesaggio attraversato dalla nebbia.
Su, verso gli altipiani, essa avvolge boschi e case,
si insinua furtiva tra i maestosi alberi delle abetaie,
fino a lasciarsi strappare, sfilacciare, corrompere
dalle correnti che salgono veloci verso gli spazi aperti.
La suggestione del mondo reale accende la fantasia
e fa nascere nell'animo sensazioni vive e profonde.

Di Ungaretti, invece, pochi versi aprono il respiro
quando le nebbie scompaiono e scende la notte:

Sereno

Dopo tanta
nebbia
a una
a una
si svelano
le stelle.

Respiro
il fresco
che mi lascia
il colore
del cielo.

Mi riconosco
immagine
passeggera

Presa in un giro
immortale. 
(G.Ungaretti)

domenica 4 dicembre 2016

Nebbia in Val d'Astico


2016 Nebbia in Val d'Astico - Acquerello

Leggo Hesse da moltissimo tempo
e tuttavia ancora riesco a scoprire
pagine cui mi dedico con avidità.
Il suo rapporto con la natura
ha dell'incredibile!

"...il nostro cuore va incontro,
docile e traboccante d'amore..."

domenica 13 novembre 2016

Autunno in montagna


Autunno in montagna - Acquerello 2016

Rimane, ai piedi dei monti e lungo le valli,
una diffusa sensazione d'Autunno,
anche se la prima neve ha già imbiancato
le cime, ma solo per qualche ora.
Mi ritrovo nuovamente immerso nei miei boschi
alla ricerca dei colori che le foglie sanno donare.
E' come se, prima di staccarsi dai rami,
volessero sperimentare tutte le emozioni
che le diverse tinte riescono sempre ad offrire.


lunedì 24 ottobre 2016

Tokyo Vivace!!


2015 Ristorante Vivace!! - Acquerello Ottobre 2015

A chiunque mi avesse detto che giusto un anno dopo
sarei entrato in questo Ristorante, avrei risposto
che era pura immaginazione se non impossibile follia.


E invece il 6 Ottobre 2016, appena dopo le ore 18,
scesi dal treno e girato l'angolo di una bella via di Tokyo
ci siamo trovati di fronte a quella che era stata, fino ad allora,
solo una foto alla quale Paolo mi aveva chiesto di riferirmi
per un acquerello che desiderava donare al proprietario,
suo datore di lavoro per circa due anni.





Facile poi immaginare l'improvvisa emozione
di fronte ad acquerelli miei appesi alle pareti
o utilizzati come copertina per i menu sui tavoli.
Lascio le parole e mi affido alle varie foto
che raccontano bene la gioia di una cena "in famiglia"!



sabato 24 settembre 2016

2005 Settembre in mostra nella Chiesetta dell'Ospizio a Piovene Rocchette



Sono stati giorni di sole splendido come quello che anche oggi
illumina con gioia una giornata che sa d'Autunno appena.
"Osserv Azioni colorate" era divisa in due sezioni,
una "sacra" - in chiesetta - e l'altra "profana".
L'incontro delle mie opere con parenti e amici
e con le persone richiamate dalla voce dell'arte
è stato intenso, l'emozione abita ancora il mio cuore.

Per questo cito Giacomo Leopardi...

"Bella ed amabile illusione è quella per la quale i dì anniversari di un avvenimento,
che per verità non ha a fare con essi più che con qualunque altro dì dell'anno, 
paiono avere con quello un'attinenza particolare, e che quasi un'ombra del passato 
risorga e ritorni sempre in quei giorni, e ci sia davanti: onde è medicato in parte 
il tristo pensiero dell'annullamento di ciò che fu, e sollevato il dolore di molte perdite, 
parendo che quelle ricorrenze facciano che ciò che è passato, e che più non torna,

non sia spento né perduto del tutto. (Giacomo Leopardi)






martedì 6 settembre 2016

Mostra personale a Vicenza 15 anni fa


« Tutti voi avete vissuto momenti di gioia, di felicità..."

Mi servo di un pensiero che riporto qui sotto, per ricordare
la mia mostra personale più importante a Vicenza.
Sono passati ben 15 anni, ma posso rivivere
con facilità e chiarezza l'entusiasmo di quei giorni.
Ho presentato acquerelli che raccontassero
il mio percorso artistico fin dalle prime opere,
alcune piuttosto acerbe ma visioni sincere
di un mondo bello che chiedeva con forza
di essere espresso e fatto conoscere
attraverso le magiche trasparenze
create dall'acqua e dai colori.

In quell'occasione ascoltai parole forti
che ancora oggi mantengono tutto il loro senso:

" Il suo è un lavoro sincero, che alla furbizia di "effetti"
gratificanti per l'occhio dello spettatore 
preferisce la carica di "affetti"
da comunicare e condividere".
(Floriana Donati)







« Tutti voi avete vissuto momenti di gioia, di felicità... Allora cercate quei momenti. Anche se ce ne sono stati solo tre o quattro in tutta la vostra esistenza, o anche uno soltanto, tornateci spesso col pensiero, ricordatevi il luogo, le circostanze, le persone... Sforzatevi di ritrovare gli stessi pensieri, gli stessi sentimenti, le stesse sensazioni. A poco a poco avrete l'impressione di vivere nuovamente quegli stati d'animo con la stessa intensità con cui li vivreste se fossero dati qui e ora, realmente, per la prima volta.
L'essenziale non è mai in ciò che vi viene dall'esterno, ma in ciò che provate interiormente. Cercate dunque tutti quei momenti in cui avete compreso e sentito la bellezza e il senso della vita. Fate in modo che tutti quei momenti siano a vostra disposizione per i giorni in cui ne avrete bisogno. Anche per questo possedete un metodo di lavoro. E fate anche in modo che, tra quei ricordi, possiate avere la scelta. Sì, perché così come una certa musica, a seconda delle circostanze, meglio si accorda con il vostro stato interiore, allo stesso modo un certo ricordo vi aiuterà e vi darà, più di un altro, ciò di cui avete bisogno per il momento. »
(Pensiero di martedì 19 luglio 2016 - Omraam Mikhaël Aïvanhov)


lunedì 29 agosto 2016

Colori dell'estate a Bagni Froy

 
 
 Le immagini scorrono lentamente
mentre scelgo quelle da postare,
mi soffermo su volti e momenti
impressi nel tempo che fugge veloce.
Da molti anni si rinnova la gioia,
mia, di grandi e piccoli che scelgono
di realizzare un piccolo desiderio,
lassù, tra i boschi di Bagni Froy.
E i colori raccontano l'esperienza.



 










 Un cenno particolare lo meritano
i disegni coloratissimi dei bimbi
che sono sempre straordinari.
Conservano una spontaneità
che purtroppo con il passare degli anni
si farà sempre più inconsistente.
Sta a noi prolungare il più possibile
un rapporto naturale e affettivo
che inciderà comunque nelle loro vite.
 



LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...