Mi farebbe piacere...

Ciao e benvenuta/o in questo Blog. Mi piacerebbe tu esprimessi un pensiero sul mio... mondo di colori. Grazie!

OSCILLARE

(Hermann Hesse)-"Già fin d'allora i sentimenti erano quelli che dovevano restare per sempre: l'incertezza del proprio valore, un continuo oscillare fra l'autostima e lo scoraggiamento, fra un idealismo al di sopra delle cose del mondo e un naturale appetito dei sensi, e come allora, anche cento volte più tardi ho visto quei tratti della mia natura talvolta come una spregevole malattia, talaltra come segno di merito."

martedì 13 dicembre 2016

Abetaie nella nebbia


2016 Abetaie nella nebbia - Acquerello

Un pomeriggio, in montagna, quando l'autunno
mostra ormai solo in parte i suoi colori maturi
e la stagione fredda sembra ancora lontana,
può capitare di trovarsi di fronte al mutare continuo
del paesaggio attraversato dalla nebbia.
Su, verso gli altipiani, essa avvolge boschi e case,
si insinua furtiva tra i maestosi alberi delle abetaie,
fino a lasciarsi strappare, sfilacciare, corrompere
dalle correnti che salgono veloci verso gli spazi aperti.
La suggestione del mondo reale accende la fantasia
e fa nascere nell'animo sensazioni vive e profonde.

Di Ungaretti, invece, pochi versi aprono il respiro
quando le nebbie scompaiono e scende la notte:

Sereno

Dopo tanta
nebbia
a una
a una
si svelano
le stelle.

Respiro
il fresco
che mi lascia
il colore
del cielo.

Mi riconosco
immagine
passeggera

Presa in un giro
immortale. 
(G.Ungaretti)

2 commenti:

Arianna ha detto...

Delizioso acquarello e bella poesia di Ungaretti che non conoscevo! Ciao, Arianna

Anna Bernasconi ha detto...

Che bello, molto!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...