Mi farebbe piacere...

Ciao e benvenuta/o in questo Blog. Mi piacerebbe tu esprimessi un pensiero sul mio... mondo di colori. Grazie!

OSCILLARE

(Hermann Hesse)-"Già fin d'allora i sentimenti erano quelli che dovevano restare per sempre: l'incertezza del proprio valore, un continuo oscillare fra l'autostima e lo scoraggiamento, fra un idealismo al di sopra delle cose del mondo e un naturale appetito dei sensi, e come allora, anche cento volte più tardi ho visto quei tratti della mia natura talvolta come una spregevole malattia, talaltra come segno di merito."

martedì 16 maggio 2017

Natura in Primavera


2017 Cipressi primaverili - Acquerello

Allungo appena un po' il passo mentre osservo le nubi
luminose che fanno a gara per salire sempre più in alto,
là dove ancora possono godere degli ultimi raggi del sole.
I colori della Natura sono già avvolti nell'ora del crepuscolo,
i rintocchi della campana della sera fanno risalire pensieri,
i grandi castagni del bosco si sono riavvolti nel verde,
tutto ormai è nel pieno vigore che solo Primavera sa donare.
Molti anni sono passati da quando, fanciullo inconsapevole,
mi muovevo senza sosta tra prati fioriti, alberi, ruscelli, profumi,
non sapevo dare un nome alla gioia, semplicemente... vivevo!

martedì 9 maggio 2017

Creazione


2017 Montagne al tramonto - Acquerello

Nessuna pretesa mi spinge alla citazione che segue.
Anzi, fin troppo spesso mi rendo conto della grande distanza
che esiste tra la Bellezza che mi affascina e mi attira
e il limite evidente di molte opere con cui tento di esprimere
alcuni aspetti della Vita che percepisco e mi emozionano.
Ma va bene così, importante è esserne consapevoli!

L’istinto di creazione è profondamente radicato nell’essere umano...
La vera creazione fa appello a elementi di natura spirituale. 
L’artista che vuole creare deve superare se stesso, 
andare oltre se stesso, il che significa che attraverso la preghiera, 
la meditazione e la contemplazione, deve elevarsi fino alle regioni celesti
e lì captare alcuni elementi che utilizzerà nel proprio lavoro. 
È a questa condizione che le sue opere supereranno il suo livello
di coscienza ordinario e meriteranno veramente l'appellativo di “creazioni”.

domenica 30 aprile 2017

L'artista e il pensatore


2017 Primavera dopo la pioggia - Acquerello

Per intuire cosa differenzia un artista da un pensatore:

 Hermann Hesse, da “Narciso e Boccadoro“, 

«Le nature come la tua, dotate di sensi forti e delicati, 

gli ispirati, i sognatori, i poeti, gli amanti 
sono quasi sempre superiori a noi uomini di pensiero.
La vostra origine è materna. 
Voi vivete nella pienezza, 
a voi è data la forza dell’amore
e dell’esperienza viva. 
Noi spirituali, che pur sembriamo spesso guidarvi e dirigervi, 
non viviamo nella pienezza, viviamo nell’aridità. 
A voi appartiene la ricchezza della vita, 
a voi il succo dei frutti, 
a voi il giardino dell’amore,
il bel paese dell’arte
La vostra patria è la terra, la nostra è l’idea. 
Il vostro pericolo è di affogare nel mondo dei sensi, 
il nostro è di asfissiare nel vuoto. 
Tu sei un artista, io un pensatore. 
Tu dormi nel petto della madre, io veglio nel deserto. 
A me splende il sole, a te la luna e le stelle…» 

sabato 22 aprile 2017

Giornata Mondiale per la Terra


2017 Primavera - Acquerello

La bellezza è il cibo più prezioso e gratuito
di cui possiamo nutrirci senza pericoli
e che siamo chiamati a proteggere e promuovere,
sempre, in tutti i modi e ad ogni costo!!!

martedì 18 aprile 2017

Lungo il sentiero


2017 - Cipressi - Acquerello

Mi incammino lentamente, e con la testa occupata dai pensieri,
lungo il sentiero che porta dritto ai piedi della collina.
Il bosco ha ormai assunto in pieno il suo aspetto primaverile,
i prati che conducono lo sguardo verso l'orizzonte limitato
hanno perso quasi del tutto il giallo vivace del tarassaco,
adesso i soffioni si fanno accarezzare dal vento leggero ma freddo.
Fra pochi giorni anche loro scompariranno, il cerchio della vita
lascia scorrere veloci i giorni e tutto riappare a prendere il posto
che altri pensavano di occupare per più tempo, magari per sempre.
I cipressi che amo sono spesso presenti nel'ampio panorama,
li osservo volentieri per comprendere meglio la loro forma
che sembra sempre uguale a se stessa. Non è così, invece,
basta un niente, di luce, di aria, di stagioni, di rumori perfino,
perchè il loro corpo slanciato vibri in sintonia con la Natura.
Allora comprendo meglio perchè in certi giorni il mio umore
cambia all'improvviso, forse non è solo ciò che mi abita
a modificarlo, forse sto semplicemente fluttuando con l'Universo.

lunedì 10 aprile 2017

Burano: l'isola dei colori.


2017 Attracco all'isola di Burano

Sono ritornato a Burano con il desiderio,
dopo che mi è arrivata tra le mani
una mia foto alla quale già mi ero ispirato.
Rispetto ad altre che non mi prendevano
e pure di fronte alla pesantezza degli ultimi lavori
cui mi sono dedicato, la leggerezza e la leggiadria
di Burano mi hanno convinto a rientrare
nel tema dell'acqua e dei colori vivi.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...