Mi farebbe piacere...

Ciao e benvenuta/o in questo Blog. Mi piacerebbe tu esprimessi un pensiero sul mio mondo di colori. GRAZIE.

OSCILLARE

(Hermann Hesse) - "Già fin d'allora i sentimenti erano quelli che dovevano restare per sempre: l'incertezza del proprio valore, un continuo oscillare fra l'autostima e lo scoraggiamento, fra un idealismo al di sopra delle cose del mondo e un naturale appetito dei sensi, e come allora, anche cento volte più tardi ho visto quei tratti della mia natura talvolta come una spregevole malattia, talaltra come segno di merito."

mercoledì 26 febbraio 2020

In Via Mulini

2020 Contrà Mulini Velo 

Case che raccontano, per chi è in grado di decifrare,
di un tempo che sembra poter ricollegarti ad episodi
che sono successi decenni fa e che mi hanno coinvolto
nei miei giorni spensierati di ragazzino.
Era affascinante e misterioso, il vecchio mulino, tento
ancora di immaginarmelo, ma ormai ricostruire le robe
scomparse diventa sempre più difficile.
Ogni tanto percorrevo Via Mulini per acquistare un po'
di farina, bianca o gialla che fosse, ed era per me 
l'occasione buona per potermi "pesare", dopo che,
studiato l'umore del mugnaio, avevo osato chiederlo
con la massima gentilezza possibile. Ero mingherlino
e quindi qualche etto in più mi faceva sentire "grande".

venerdì 14 febbraio 2020

Che strano inverno


2020 Neve sul Monte Maggio

Riprendo a riflettere su come sta procedendo la stagione invernale,
la neve ha fatto la sua comparsa più volte sulle cime delle
montagne che circondano la valle. Quando ritorna, il paesaggio
richiama la mia attenzione ripetutamente, scatto fotografie
e coltivo il momento in cui ritornerò ai colori e ai pennelli
per una nuova creazione che riveli il senso di un tempo
che passa ma che non disdegna di essere immortalato.
Neve, sole, vento, pioggia... i nostri compagni invernali!

venerdì 7 febbraio 2020

Parole e Colori

 2020 - Nel boschetto

Ogni inizio, quando alle spalle ci sono anni di esperienza,
può essere considerato una ripartenza. Ma le novità
rappresentano, a volte, un punto di svolta tale
da farti sentire proiettato in un mondo diverso.
Allora le parole servono per entrare in contatto
e cercare di comprendere quali siano le condizioni
in cui ci si sta immettendo per un percorso importante.
Dalle parole è poi necessario passare ai colori.
Ed è in questo spazio-tempo che puoi ascoltare
un silenzio di interesse e di attenzione che diviene
misura del coinvolgimento degli "allievi",
della disponibilità e della comprensione
cui solamente i colori in gioco con l'acqua
sanno meravigliosamente indurre.

giovedì 30 gennaio 2020

Nel pieno dell'inverno

2020 Verso la montagna
L'ultimo sole del giorno lancia i suoi raggi sulle nubi vivaci,
la luce aranciata si irradia sulle bianche distese 
che accompagnano alle forti abetaie adagiate ai piedi dei monti.
Il vento della sera soffia a intervalli tra gli abeti del bosco,
è un suono inquietante, soprattutto dentro il silenzio
profondo che la neve induce nell'ambiente naturale.
Ma l'uomo sa, per esperienza e per desiderio,
accogliere con attenzione e riconoscenza
tutto ciò che la Natura continua a donarci.

lunedì 20 gennaio 2020

Tramonti invernali


2020 Tramonto sull'Altopiano - Acquerello

Dopo alcuni giorni di brina, in paese è arrivata un po' di pioggia.
Sulle cime dei monti la neve è scesa a intermittenza
durante la giornata di ieri, un contributo positivo per chi
conta sul flusso dei turisti, sciatori in particolare. 
Le foto dei tramonti di questo inverno continuano
a rallegrare le serate. Oggi pomeriggio mi sono ispirato
 a quanto gli amici pubblicano giornalmente.
Devo a loro gli spunti che mi servono per elaborare
visioni utili per arrivare ai colori. Grazie!

martedì 14 gennaio 2020

Acqua e Colori

2020 Montagne - Acquerello

Oggi sentivo il bisogno di prendere in mano il pennello.
Ho preso un foglio tra i vari lavori vecchi non riusciti,
l'ho bagnato con lo spruzzino e posato sul cavalletto.
Non avevo un'idea precisa e quindi sapevo che
sarebbero state comunque... montagne,
quelle cui ricorro quando non ho riferimenti altri.
Mi sono adattato in parte al gioco dei colori,
peraltro ho insistito per un certo tempo,
mi interessava capire come sul bagnato
e sulle colature si potesse intervenire.
L'esperienza (azione pittorica) è fondamentale
e la si può maturare con pazienza e perseveranza,
soprattutto quando i risultati non soddisfano.

sabato 14 dicembre 2019

Dentro l'Autunno.


Non si può certo dire che dentro l'Autunno di quest'anno i colori non si siano fatti vedere. Piuttosto in ritardo, a dire il vero, ma ben determinati a non mollare prima del tempo.
La temperatura è stata superiore alla norma e quindi ha permesso di vivere a stretto contatto con la natura. La pioggia ha occupato molti giorni, inzuppando il terreno oltre misura, creando ruscelli sopra alvei divenuti aridi, i torrenti si sono ingrossati come da tempo non capitava.
 
Tutto insomma è stato dentro un mutamento continuo, quando hanno potuto fare bella mostra di sè colori caldi in vari tipi e toni, un po' civettuoli ma sempre disponibili agli sguardi curiosi di chi ama guardarsi intorno per scoprire novità possibili.

 

Non vorrei mi fosse tolta questa occasione di contatto con l'ambiente naturale, in esso ho mosso i primi passi fin da fanciullo, ci sono ritornato per molto tempo, ora mi devo accontentare di avvicinarlo in zone non impervie.
Al mio desiderio di bellezza affido il compito di continuare la ricerca, anche se da lontano, alle mie mani e al mio cuore chiedo di concedersi il più possibile ai colori, all'esperienza artistica che nutre l'anima e fa crescere.

sabato 27 aprile 2019

Arte e Relazioni


2019 Venezia - Acquerello

Kahlil Gibran scrive dell'amore
con parole intense che fanno riflettere.
Le propongo insieme alla bellezza
di Venezia, che si offre a tutti
senza riserve, sempre, mantenendo
tuttavia la sua aria misteriosa
e i suoi spazi di silenzio quasi segreti. 

"Vi sia spazio nella vostra unità,

e tra voi danzino i venti dei cieli.
Amatevi l'un con l'altra,
ma non fatene una prigione d'amore:
Piuttosto vi sia tra le rive delle vostre anime
un moto di mare.
Riempitevi a vicenda le coppe,
ma non bevete da una coppa sola.
Datevi cibo a vicenda,
ma non mangiate dello stesso pane.
Cantate e danzate insieme e siate giocondi,
ma ognuno di voi sia solo,
come sole sono le corde del liuto,
sebbene vibrino di una musica uguale.
Datevi il cuore,
ma l'uno non sia rifugio all'altro.
Poiché soltanto la mano della Vita
può contenere i vostri cuori.
Ergetevi insieme, ma non troppo vicini:
poiché il tempio ha colonne distanti,
e la quercia e il cipresso

non crescono l'una all'ombra dell'altro."

martedì 19 marzo 2019

San Giuseppe e noi


Velo - Panorama della valle da Via Peon

Ritorno con gioia e riconoscenza all'immagine che mostra l'inizio del cammino 
che Cate ed io abbiamo intrapreso nel pomeriggio della festa di San Giuseppe, 
una delle festività infrasettimanali che sono state poi soppresse per "economia".
http://segnalibrifoto.blogspot.com/search/label/San%20Giuseppe

mercoledì 13 marzo 2019

Da silenzio a silenzio


2019 Canale di Tenno - Acquerello

Non ricordo che cosa sia stato per me il silenzio
nel tempo della mia infanzia. Posso di sicuro
accostare alcune immagini, che porto ancora dentro,
ad ambienti e situazioni in cui mi trovavo da solo,
ma non so dire se rumori o suoni mi raggiungessero
o io dessi loro ascolto e quindi alla mia mente
la possibilità di percepirli. Alcuni fatti disturbanti si,
quelli me li ricordo bene e fanno ancora rumore.
Ma i tempi in cui potevo vivere immerso nella Natura
sono stati spesso di una intensità che ancora percepisco,
facevo parte di un mondo che mi attirava e nel quale
le mie paure si scioglievano come neve al sole.
Dei serpenti però avevo terrore, loro si che ogni tanto
mi ricordavano la prudenza necessaria pur dentro
una natura costruita di meraviglia in meraviglia.
Il silenzio l'ho vissuto per molto tempo negli anni
della giovinezza. L'ho accolto poi, come proposta,
quando nel 1997, ad Assisi, ho conosciuto p.Andrea.
La meditazione di consapevolezza che lui propone
la ritrovo, da parecchi anni, al convento di Condino,
paese del Trentino dove in estate si possono frequentare
anche altri corsi. Lì ho proposto i miei "Colori nel silenzio".
Canale di Tenno, invece, vive nel silenzio gran parte
dell'anno. Cate ed io lo abbiamo visitato in più occasioni.
La foto che mi ha ispirato l'ho scattata il 6 gennaio 2010.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...