Mi farebbe piacere...

Ciao e benvenuta/o in questo Blog. Mi piacerebbe tu esprimessi un pensiero sul mio... mondo di colori. Grazie!

OSCILLARE

(Hermann Hesse)-"Già fin d'allora i sentimenti erano quelli che dovevano restare per sempre: l'incertezza del proprio valore, un continuo oscillare fra l'autostima e lo scoraggiamento, fra un idealismo al di sopra delle cose del mondo e un naturale appetito dei sensi, e come allora, anche cento volte più tardi ho visto quei tratti della mia natura talvolta come una spregevole malattia, talaltra come segno di merito."

sabato 31 dicembre 2011

Buon Anno 2012

Case abbandonate - Acquerello

Ci piaceva, negli anni giovanili, tra amici, muoverci insieme
lungo le valli e i pendii dei nostri splendidi monti.
L'esplorazione era continua, anche d'inverno,
quando la neve ci poteva mettere in grande difficoltà.
Non potevamo allora attrezzarci in modo adeguato,
ma non era certo quello un problema.
Bello invece condividere passi di fatica dentro una bellezza 
sempre nuova, magica se avvolta nel candido mantello nevoso.
Si scattava qualche foto, una era la piccola fotocamera, quando c'era, 
e le foto in bianco e nero non mancavano di fascino.
Da una di esse, che fissa poche e misere case abbandonate,
lungo la salita che da Casotto porta sull'altopiano di Asiago,
ho tratto spunto per questo acquerello eseguito lungo gli anni '90.
La carta è Vang, consigliata dal M° Otello e spesso utilizzata
in quegli anni intensi, percorsi da un profondo desiderio di colori.
Posso definirla 'opera acerba' ma è piaciuta molto a Sara,
che l'ha tenuta con sè per molti anni nei suoi vari spostamenti.
Anche per lei la valle e i monti sono un ambiente molto amato.
Lascio dunque qui, nel silenzio di questi luoghi, il mio augurio sincero:

 

giovedì 22 dicembre 2011

Il Natale è


 Villaggio dolomitico - Acquerello 1995

Una strada ghiacciata si muove sotto il pendio
che porta al piccolo, isolato gruppo di case.
Poco più oltre il fitto bosco di abeti,
fondale vivo, immerso nel blu profondo della sera.
La neve candida illumina il cammino.
Lassù una piccola chiesa propone l'incontro
con una Presenza che rinnovi la speranza
per un futuro diverso, a misura dell'Uomo.

"Non teme­re se Dio non sceglie la potenza, 
non te­mere l'umiltà di Dio,
così lontana dal­la luci della scena, dai riflettori, dai pa­lazzi; 
non temere questo Dio bambino 
che farà dei poveri i principi del suo re­gno. 
Non temere l'Amore." 

lunedì 12 dicembre 2011

Colori amici

 Sulla cima del monte - Acquerello 2004

Sabato pomeriggio ho avuto l'opportunità di visitare la Galleria Art.U' .
Insieme ad altri pittori esponeva l'amica Patrizia Anzolin, 
acquerellista di talento e soffittara pure lei.
A monte c'era il desiderio di ricomporre il piccolo gruppo
che nell'agosto del 2004 aveva deciso di regalarsi una vacanza
nelle Marche, per visitare una terra splendida 
da cui ricevere spunti rinnovati anche per i colori.
Per merito di quei giorni, nell'autunno dello stesso anno 
abbiamo allestito una collettiva, presso lo spazio espositivo 
'Serenissima Accademia Veneta', in Piazza delle Erbe, 
a ridosso della Basilica Palladiana.
Al nostro arrivo in galleria siamo stati accolti con gioia
e Davide Piazza ci ha illustrato con vivacità le opere esposte.
Alle 19 ci siamo recati in un piccolo locale lì vicino, PolentOne, 
e ci siamo gustati con soddisfazione un buon piatto di polenta e baccalà. 
In fin dei conti siamo Vicentini o... si?

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...