Mi farebbe piacere...

Ciao e benvenuta/o in questo Blog. Mi piacerebbe tu esprimessi un pensiero sul mio... mondo di colori. Grazie!

OSCILLARE

(Hermann Hesse)-"Già fin d'allora i sentimenti erano quelli che dovevano restare per sempre: l'incertezza del proprio valore, un continuo oscillare fra l'autostima e lo scoraggiamento, fra un idealismo al di sopra delle cose del mondo e un naturale appetito dei sensi, e come allora, anche cento volte più tardi ho visto quei tratti della mia natura talvolta come una spregevole malattia, talaltra come segno di merito."

martedì 13 ottobre 2009

Tavolozza in forse


Tavolozza autunnale - 2008

Raffiche improvvise di forte vento hanno portato ieri mattina una pioggia fitta e fredda; batteva con forza su muri e finestre, dava l'impressione di voler scuotere la casa. E' durata soltanto pochi minuti, sufficienti del resto a far capire che l'autunno è deciso ad entrare alla grande, preannunciando non solo la sua splendida tavolozza di colori ma anche giornate in cui cogliere da lontano il sentore di neve caduta sulle cime elevate.
Mi sono affacciato ad osservare l'alta valle dell'Astico, il colore grigiastro del Verena dava testimonianza del cambiamento in atto.
Poi, come dopo uno sfogo nervoso, la pioggia è cessata, qualche folata sparsa ha lasciato campo ad una quiete strana ed a sprazzi di luce. Ligio al compito affidato, potevo dunque 'esporre' le lenzuola dal terrazzo; l'aria, per quanto umida, le avrebbe asciugate in giornata.

7 commenti:

Laura Atelier Vienna ha detto...

Luigi, quando hai nominato il Verena mi hai riportato a dolci ricordi, noi ad Asiagio come "barometro" usavamo le come del Pasubio... (hehehehehehe)

anche qui a Vienna é arrivato, con un gran vento, il freddo...

un salutone a voi !

Laura Atelier Vienna ha detto...

volevo dire le cime del Pasubio :-)

luigi ha detto...

Cara Laura, sapevo che ti avrei coinvolta nelle mie osservazioni, 'troppo' rimane dentro il ricordo vivo di luoghi e momenti. Un abbraccio e... copriti (simil raccom. pater..)!

JOSY. ARTS ha detto...

Que Deus abençoe muito você e todo esse teu talento.. com carinho, Josy.

Anonimo ha detto...

Anche qui è arrivato l'autunno; prima una nebbia fitta non dico insolita ma che il caldo del giorno prima non faceva prevedere, poi raffiche di vento freddo che hanno spazzato tutto e il cielo ora è terso come in montagna e i colori si sono improvvisamente cambiati.
Sono a casa, causa nuovo malanno, ho dovuto rinunciare anche a La Verna!E' un periodo di malattia, ma accettiamo anche questo, passerà.Dolce come sempre l'interpretazione della tua amata valle.Un abbraccio Teresa

luigi ha detto...

Teresa! Un passato codificato per lunghi anni ti sta mandando malanni per frenare le tue uscite verso la vita desiderata e meritata??? Passerà si, abbi fiducia e vedrai che la tua forza interiore alimentata riuscirà a prevalere. Un abbraccio.

Arianna ha detto...

La scorsa domenica faceva caldo, poi è arrivato 'sto vento "diaccio" e via con i maglioni! Però è vero, i colori dell'autunno sono belli e tu li rappresenti molto bene! Buon fine settimana, Arianna!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...