Mi farebbe piacere...

Ciao e benvenuta/o in questo Blog. Mi piacerebbe tu esprimessi un pensiero sul mio... mondo di colori. Grazie!

OSCILLARE

(Hermann Hesse)-"Già fin d'allora i sentimenti erano quelli che dovevano restare per sempre: l'incertezza del proprio valore, un continuo oscillare fra l'autostima e lo scoraggiamento, fra un idealismo al di sopra delle cose del mondo e un naturale appetito dei sensi, e come allora, anche cento volte più tardi ho visto quei tratti della mia natura talvolta come una spregevole malattia, talaltra come segno di merito."

mercoledì 14 gennaio 2009

Lungo il marciapiede, osservo...

Luci d'inverno - Acquerello 2008

Oggi mi sono recato in Posta per l'abbonamento al WWF.
Primo dopopranzo, sensazione di benessere per la temperatura mite e silenzio di quiete mi impediscono di rientrare subito in casa.
Prendo il marciapiede che porta ai Millepini e poi al Camposanto...
E' pulito, rispetto ai giorni di ghiaccio, + avanti posso vedere due lavoratori del Comune che stanno trattando i punti ancora insidiosi.
4 ciàcole col mio ex collega Franco (Ciao, come vàla... ma ze do ani che te sì in pension... no, caro, i ze 4 e mèzo...).
Poi affretto il passo per raggiungere presto il limitare del bosco dei frati e meglio osservare le vette dei monti che nuovamente la neve si accinge a velare. Piccole gocce sparse assecondano le previsioni meteo.
L'aria mi sfiora il volto leggera e mi induce sensazioni molte volte vissute in inverno all'aperto.
Il gracchiare di una cornacchia mi richiama improvviso alla presenza di Casa Vela (Villa Velo), racchiusa dentro il cerchio di mura che la proteggono (non sempre, visto che qualche furto ancora avviene) in una solitudine che ora fa proprio tristezza. Altèra e isolata, segno inequivocabile di tempi altrimenti vissuti dai Conti e certamente invidiati da gran parte della povera gente. Poca neve rimane ancora nel sottobosco, uno strato sottile ricopre i fiori di ortensia che non hanno perso la forma mentre il colore è divenuto caldo, di terra.
Supero i Millepini e ancora mi godo la Valle dell'Astico, il Caviojo e il Cimone, Cima Campolongo e il Monte Toraro. Luoghi che d'estate ho calpestato ma che non conosco d'inverno. Forse per questo mantengono il fascino dell'immaginario fiabesco e non mi stanco mai di scrutarli, di perdermi dentro spazi-forme che variamente disegnano un ambiente che appare pressocchè incontaminato.
A ridosso dei cupi cipressi decido di rientrare; mi scuote il clacson leggero dell'auto di don Stefano e appena dopo il lampo degli abbaglianti mossi da Giovanni Matteo. Piccole gocce continuano a punzecchiare i mattoncini del marciapiede; alzo il viso al cielo per sentirne il tocco e ascolto ancora il verso cornacchioso. Il Priaforà è ora velato di bianco mentre i picchi del Summano, rivolti a nord, sono del tutto ricoperti di neve. Entro in paese e osservo dalla piazza la mia casa; i suoi colori stanno sbiadendo e mi fanno pensare che anche per loro il tempo cammina. Apro la porta, salgo le scale e l'atmosfera in chiaroscuro che mi accoglie è quella che meglio conosco e che amo.
Sul bancone spicca un calendario di Creta: la mia amica girovaga ha ben pensato di non risparmiarmi qualche... moto di sana invidia. Va bene, dài, io posso comunque andare ai... piatti!

9 commenti:

teresa ha detto...

Che bello camminare con te tra suoni e colori così ben descritti.
Io sono chiusa in casa causa influenza nonostante il vaccino!forse sto proprio invecchiando? pazienza...Dalla finestra vedo solo il giardino interno, gli alberi si sono vuotati dal ghiaccio e sono ritornati i piccioni..mi chiedo dove fossero nei giorni di gelo.Qui il gelo mi ha bloccato il contatore acqua e la caldaia,non ricordo un inverno così freddo! meglio con un freddo così prolungato. Intravedo la strada e le montagnole di neve ormai nera e ghiacciata stanno un pò cedendo perchè da oggi piove. Grazie,della compagnia che mi fai.

luigi ha detto...

Grazie a te, invece, e non temere l'età. Con i colori amici, poi, come pensi che potremo invecchiare? Pazienta un po' e vedrai che la primavera riuscirà di nuovo a coglierti di sorpresa. Ciao.

JOSY. ARTS ha detto...

OLÁ LUIGI.

Fiquei muito feliz com sua visita ao meu blog.
Espero que me visite sempre...
Abraços com carinho. Josy

Arianna ha detto...

Ciao, avevo già notato i tuoi lavori, hai un sacco di blog! Io con l'acquarello sono ancora alle prime armi, me la cavo meglio con olio e acrilico...ciao e buon weekend, Arianna!

luigi ha detto...

* Certo, Josy, ci incontreremo ancora, vedrai. Olà.
* Arianna, lo sai che l'acquerello è una tecnica non facile. Però permette di esprimersi in modi e tempi che altre tecniche forse consentono meno. Te ne potrai accorgere se lo frequenterai + assiduamente. BWE a te e alla prossima.

sara ha detto...

il cielo nell'acquerello che hai fatto è stupendo e la descrione che hai fatto sembra una fiaba :-)
poi le frasi in vicentino troppo forti!...sai il mio non è molto diverso anche se è un pò meno marcato..

Alex ha detto...

Un effetto cromatico splendente e armonico. Davvero bella questa nuova opera, accompagnata da una descrizione poetica e intensa di grande fascino.
Un saluto a te, e un grazie per avermi inserito nei tuoi link.

Donnachenina blog ha detto...

Ciao caro Luigi, mi sono allungata fin qui....così passo passo, risalgo al tuo primo post...
Grazie per i tuoi commenti da me sempre incoraggianti...e con questo ti auguro di iniziare e proseguire una buona settimana di buon lavoro e buona salute, ingrediente fra i più importanti nella nostra vita.
Un grazie ancora di cuore e un a risentirci
Saluto con simpatia
Franca

Donnachenina blog ha detto...

Caro Luigi...di questo post, ad essere sincera non so se apprezzare di più l'acquerello vero e proprio o il quadro di colori e umori che tu descrivi così bene con le tue parole... mi piace da morire il dialogo iniziale in dialetto... e tutto il resto.
Per accennare un po' a me... ho dovuto momentaneamente mettere da parte colori e pennelli, il mio non è solo un cambio di armadi, ma una vera e propria rivoluzione... che mi porterà probabilmente lontana dalla casa che ora sto cercando di sfoltire da roba che aspetta da anni di avere una sua collocazione o una sua eliminazione...
Ti auguro una Buona Domenica e ti lascio un abbraccio affettuoso unito al mio saluto. Franca

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...