Mi farebbe piacere...

Ciao e benvenuta/o in questo Blog. Mi piacerebbe tu esprimessi un pensiero sul mio... mondo di colori. Grazie!

OSCILLARE

(Hermann Hesse)-"Già fin d'allora i sentimenti erano quelli che dovevano restare per sempre: l'incertezza del proprio valore, un continuo oscillare fra l'autostima e lo scoraggiamento, fra un idealismo al di sopra delle cose del mondo e un naturale appetito dei sensi, e come allora, anche cento volte più tardi ho visto quei tratti della mia natura talvolta come una spregevole malattia, talaltra come segno di merito."

domenica 29 aprile 2012

Il giorno si concede alla notte

La notte si annuncia - Acquerello 2012
*
Mi sono imbattuto in questo scritto 
mentre cercavo parole colorate 
da accostare al mio acquerello.
Lo copio qui come spunto di riflessione,
magari a qualcuno piacerà leggerlo.

Non si dà amore senza possibilità di tradimento, così come non si dà tradimento se non all'interno di un rapporto d'amore. A tradire infatti non sono i nemici e tanto meno gli estranei, ma i padri, le madri, i figli, i fratelli, gli amanti, le mogli, i mariti, gli amici. Solo loro possono tradire, perché su di loro un giorno abbiamo investito il nostro amore. 
Il tradimento appartiene all'amore come il giorno alla notte.
Non è infatti vero giorno quello che non conosce la notte, e perciò concede una vita e un amore solo là dove ci possiamo fidare, dove siamo al sicuro, compresi, contenuti e contenti, dove non possiamo essere feriti e delusi, dove la parola data non è mai ritirata. 
 ........
Amore è cosa intricata, perchè sempre ci confonde e non ci si chiarisce se si ama l'altro o si ama la relazione, se si soddisfa il nostro bisogno di sicurezza o il nostro bisogno di felicità. Oppure si vuole la felicità, ma non la sua noia. Amore è un gioco di forze dove si decide a quale dio offrire la propria vita: al dio della felicità che sempre accompagna la realizzazione di sè, o al dio della sicurezza che molto spesso si affianca alla negazione di sè.
Una cosa è certa: che nella relazione, nel "noi" non ci si può seppellire come in una tomba. Ogni tanto bisogna uscire, se non altro per sapere chi siamo senza di lei o di lui. Solo gli altri, infatti, ci raccontano le parti sconosciute di noi. Gli altri, se li lasciamo parlare, senza soffocarli con il nostro bisogno di conferme che di solito, sbagliando, siamo soliti chiamare bisogno d'amore. 
(“Le cose dell'amore” di Umberto Galimberti).

7 commenti:

Cri ha detto...

Il giorno si fonde con la notte e, dai colori multipli che esprimono la vita frenetica del giorno, ecco nascere le delicate cromie che ci trasportano verso sogni magici e sereni.
Caro Luigi, mon so se la mia lettura sia quella giusta, se ho scambiato il giorno per la notte, ma so soltanto che i tuoi colori mi danno sempre dolcissime emozioni.

Un abbraccio
Cri

annamaria ha detto...

Come è bello osservare le tue creazioni...complimenti sono cosi' soavi con quei tenui colori,
passa da me, basterebbe anche un
piccolo schizzo.
La mia parola iniziale è AMICIZIA.
Ciao
"poesieinsmalto"

Marty ha detto...

de bien jolis mots pour accompagner ton aquarelle ! il y a toujours beaucoup d'amour chez toi !
je te souhaite une belle semaine caro Luigi !
grazie pour les mots que tu laisses chez moi !!!

Alex ha detto...

Amicone carissimo, questa volta lo scritto ha superato la tua pur bella pittura. Sono parole molto profonde e non di facile apprezzamento. Ti ringrazio però per come mi hanno colpito, e per la riflessione a cui mi inducono.
A te, come sempre, complimenti e un caro saluto.

***Cantinho da Josy*** ha detto...

Olá amigo Luigi!
Passei pra te deixar um abraço, e te desejar um abençoado final de semana, com carinho, Josy.
Adoro visitar seu blog, tem coisas mágicas.

Cri ha detto...

Carissimo Luigi, mi dispiace sapere che in questo momento la vita non ti sta regalando la serenità che, invcece, riesci così bene ad esprimere attraverso i tuoi bellissimi lavori. Capisco benissimo cosa puoi provare, poichè anche io ho passato momenti difficili. Ma sono felice che la mia foto rappresenti una bella metafora a cui rivolgersi con speranza. Grazie per essere passato a trovarmi, è sempre un grande piacere leggere le tue parole.

Un abbraccio
Cri

Gabe ha detto...

parole profonde ,anche se un poco amare,che tu hai sottolineato con in acquerello "misterioso",un cielo pieno di figure evanescenti,buon pomeriggio Luigi

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...