Mi farebbe piacere...

Ciao e benvenuta/o in questo Blog. Mi piacerebbe tu esprimessi un pensiero sul mio... mondo di colori. Grazie!

OSCILLARE

(Hermann Hesse)-"Già fin d'allora i sentimenti erano quelli che dovevano restare per sempre: l'incertezza del proprio valore, un continuo oscillare fra l'autostima e lo scoraggiamento, fra un idealismo al di sopra delle cose del mondo e un naturale appetito dei sensi, e come allora, anche cento volte più tardi ho visto quei tratti della mia natura talvolta come una spregevole malattia, talaltra come segno di merito."

lunedì 16 febbraio 2009

Gondole


Non mi ero ancora alzato, l'altra mattina, quando Cate è arrivata con un quadro in mano e l'ha accostato al muro, di fianco alla composizione di marine che teniamo sulla parete nord della nostra camera.
"Sa te speto ti... (Se aspetto te!), come a dire che molti dei miei lavori non sono appesi, se ne stanno ammucchiati in giro, alcuni in attesa di periodiche verifiche, altri speranzosi di far 'bella' mostra di sè in futuro. Mah! Devo dire che per molti anni i muri di casa sono rimasti del tutto vuoti (forse per lo stesso timore che incute quel bianco del foglio che a volte frena la prima pennellata), pensavo di dover fare qualcosa di migliore prima di esibirmi in... privato. Fa piacere allora che, per merito dell'affetto di chi ci vive accanto, ad un certo punto le pareti di casa comincino a... colorarsi.
In questo caso ho disegnato con inchiostro e poi acquerellato un punto di Venezia tra i più suggestivi e luminosi, aperto sul movimento ondoso del bacino di San Marco e incorniciato dallo splendido profilo della palladiana basilica di San Giorgio.

18 commenti:

Donnachenina BLOG ha detto...

Ciao Luigi, bellissimo!
Fammi capire solo (e scusa, per la mia magari a volte banale distrazione...) ma tu dipingi in plein air...domanda stupida forse, ma tu sai che i Pesci, hanno questi loro lati a volte comici...
lo dico, perchè nel tuo profilo mi pare di ricordare che sei di Vicenza, e le gondole sono a Venezia...e questo è un modo, per dirti che a me personalmente la pittura fatta in plein air mi affascina da morire..considero chi la pratica con una ammirazione tale che ha quasi del reverenziale...
Termino il mio commento, augurandoti buona settimana e buon lavoro
un saluto sempre cordiale
Franca

JOSY. ARTS ha detto...

Que a Paz de Jesus e o Amor de Maria esteja em seu coração.
"Amigo não escolhe situação e nem hora."
Chega, sofre junto, compartilha.
Oferce seu ombro, sua alegria, compartilha.
Conosco ri e chora...
Ser amigo é ser irmão, é ser conselheiro, confidente e companheiro, ser amigo é ser assim como você... que sempre visita o meu blog e me deixa recadinhos maravilhosos.
Mesmo não te conhecendo pessoalmente já te considero um grande "" Amigo ""... com carinho Josy.

Alex ha detto...

Immagine classica di una delle più belle città del mondo. L'hai resa molto bene Luigi, e osservandola chiunque vi sia stato dal vivo, non può che ricordare con estremo piacere anche un breve soggiorno a Venezia.

luigi ha detto...

Cara Franca, non mi stupisce affatto la tua domanda, molti pittori lavorano solo in studio (al chiuso) e anche la maggior parte dei miei acquerelli sono nati in... casa. Ma tu guardati il post 'Venezia 1998': quella settimana d'agosto è stata un'esperienza incredibile. La pittura en plein air, a contatto diretto con tanta naturale bellezza, dà emozioni uniche. Molti acquerellisti lo sanno bene e la praticano con gioia. Ciao.

Arianna ha detto...

Molto suggestive queste gondole! Ciao e a presto, Arianna!

Donnachenina blog ha detto...

Ciao Luigi, grazie del passaggio da me...mi auguro di arrivare tra un po' qui e trovare una tua nuova opera...e intanto ti auguro una buona settimana, mandandoti un caro saluto
Franca

Donnachenina blog ha detto...

Ciao Luigi, ho visto il tuo commento e ti dico "Dai, dai prova a mettere giù qualcosa se appena appena ti è venuta l'ispirazione", e nel frattempo pongo anche a te la domanda che ho già fatto ad Alex: "Tu, usi acquerelli già pronti in tutti colori, o lavori soltanto con i primari e poi ricavi tutto il resto?"
Domanda forse, posta male, ma l'importante è che tu abbia capito, cosa vorrei chiederti, ...questo perchè, io qui a Milano, due anni fa, avevo fatto un piccolo corso di acquerello, e il pittore che mi faceva lezioni ci faceva usare solo i colori primari, perchè dice lui gli arstisti bravi non hanno bisogno di tanti colori...ma sarei curiosa di sentire anche la vostra esperienza e la vostra opinione in merito, dal momento che ho visto e molto apprezzato le vostre opere.
Come sempre un caro saluto
Franca

luigi ha detto...

Una cosa che raccomando agli amici, soprattutto a chi non ha esperienza, è di leggersi qualche buon manuale sulla pittura ad acquerello. Lì si parla dei colori primari, ma non troverai mai l'affermazione fatta a te circa il bravo artista... Quindi va dato spazio a molti colori, senza esagerare, per rispondere prima al proprio gusto e per capire col tempo i colori che comporranno la personale tavolozza. Aggiungo: dai, riprendi in mano i pennelli e usa almeno i colori dell'arcobaleno, con in + 1 ocra gialla e 1 terra di Siena naturale. Aspetto risultati!!! Ciao e a presto.

CeccoDotti ha detto...

Ciao Luigi, davvero bello perché si vede che è fatto di getto! Per il disegno, hai usato il pennino? Ti faccio questa domanda perché le "sbavature" d'inchiostro con l'acqua lungo i contorni fanno pensare più al pennino e ad un normale inchiostro stilografico, e per questo gli conferiscono una meravigliosa freschezza di esecuzione.
La pittura "en plein air" l'ho praticata qualche volta, con un amico di Roma che veniva in ferie in Sardegna, ma solo usando l'olio o gli acrilici. Personalmente, per l'acquerello preferisco utilizzare delle foto in b/n e... inventarmi i colori. Altrimenti rischio di disegnare solo delle inespressive cartoline. Ma questo è un mio limite, s'intende. Mi stai facendo tornare la voglia di dipingere. Grazie! Buon lavoro e buon fine settimana, francesco

luigi ha detto...

Ho proprio usato il pennino, caro Francesco, uno strumento che 'noi' abbiamo avuto la fortuna di conoscere sui banchi di scuola. Il disegno mi piace e qualche volta prima di acquerellare ho usato il pennino proprio per il piacere di ritornare 'fanciullino' oltre che per ottenere le 'sbavature' di cui parli e relativi sfumati. Ora il mio grazie, un ciao e... dacci la gioia di un tuo nuovo acquerello.

Donnachenina blog ha detto...

Ciao Luigi, presumo che sia tu il Luigi, che ha lasciato ieri mi pare un suggerimewnto sull'immagine dei due schermidori,dico così, perchè dal tuo nome è sparita la tua immagine...perciò un piccolissimo dubbio...anche se il ciao che usi, mi fa avere la certezza che sei tu. Intanto grazie...
Faricosamente mi sto esercitando un po'...per riprendere almeno un po' prima del colore il disegno...vedo però che la voglia di riprendere i pennelli, non sono la sola alla quale l'hai fatta ritonare...
Sai Luigi, poi ti dico che l'esperienza del pennino, non essendo una ragazzina, l'ho fatta anch'io...e i pennini mi piacciono così tanto, che quando posso arrivare ad un negozio di Milano che ancora li vende, ne compero qualcuno!
Una buona domenica e un a risentirci!
Ciao
Franca

luigi ha detto...

Si Franca, sono il solito... Riguardo ai pennini poi, pensa che mia figlia Anna, consapevole di come ne conservo con cura alcuni, tempo fa me ne portò in regalo una scatolina di ritorno da un viaggio in Toscana. Bello eh?

Donnachenina blog ha detto...

Ciao Luigi, questo è apertamente un invito a passare dal mio blog per leggere quello che ne è venuto fuori dell'immagine della coppia...dicendoti qui, che sei stato il primo ad apporre un tuo commento, e che nel componimento appare quel tuo interpretare "ad armi pari", perchè così è e secondo me deve essere,,
Un saluto con simpatia ...e buon lavoro...sbaglio o sei in un perido di corsi?
Ciao
Franca

Donnachenina blog ha detto...

Ciao Luigi, grazie del tuo passaggio... e mi piace questa cosa che tu parlerai ai fidanzati... che bello! Penso che poter parlare e trasmettere a chi si sta approcciando ad unirsi in matrimonio, sia una cosa che dà molta gioia se si intuisce che qualcosa si è riusciti a passare... leggi pure la "COPPA" se l'hai sentita così espressiva nei confronti di un'unione...
Quanto al 2 Marzo che era il tuo compleanno... bene tanti auguri e un abbraccio... ma quanti anni compi Luigi... gli uomini possono dirlo più facilmente delle donne? Anche se io non ho mai avuto problemi... il 7 di marzo compirò i miei 50 anni! Ancora buon lavoro...
Un salutone simpatico, ciao
Franca

Donnachenina blog ha detto...

Ciao Luigi, mi sono appena fatta una risata... non ho mai avuto problemi a dire la mia età... ma poi alla fine resto pur sempre inconsciamente come tutte le donne... e guarda guarda cosa scopro? Che senza volerlo (ma questo la dice lunga) ho detto una bugia... perchè in effetti compio 59 anni e non 50!
Ma una grande giustificazione a questo lapsus di tastiera bisogna dargliela, è lì da verificare: sulla tastiera il 9 e lo zero sono accostati... quindi... una bugia proprio innocente!
Ciao una buona giornata
Franca

luigi ha detto...

Certo che hai fatto ridere anche me e allora, per quella parte di donna che mi porto dentro, riuscirò a dirti che sono... appena meno giovane di te! Un bell'augurio colorato te lo meriti proprio, per il 7 e per la vivacità e la simpatia con cui ti esprimi. Ciao e buoni giorni a te.

sara ha detto...

Sono tornata! Bellissima la prospettiva del secondo piano e il movimento delle gondole nel primo...
Una buona notte!

Donnachenina blog ha detto...

Ciao Luigi, grazie per come mi hai fatto gli auguri...allora adesso sono un po' più saggia?
Volevo anche aggiungere qui qualcosa al tuo commento alla poesia sul degrado...e dico che spero anch'io che non saranno le forze del male a prevalere!
Una buona Domenica
Franca

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...