Mi farebbe piacere...

Ciao e benvenuta/o in questo Blog. Mi piacerebbe tu esprimessi un pensiero sul mio... mondo di colori. Grazie!

OSCILLARE

(Hermann Hesse)-"Già fin d'allora i sentimenti erano quelli che dovevano restare per sempre: l'incertezza del proprio valore, un continuo oscillare fra l'autostima e lo scoraggiamento, fra un idealismo al di sopra delle cose del mondo e un naturale appetito dei sensi, e come allora, anche cento volte più tardi ho visto quei tratti della mia natura talvolta come una spregevole malattia, talaltra come segno di merito."

venerdì 10 giugno 2016

Monti e valli in Primavera


2016 Primavera in festa - Acquerello

Pensiero di sabato 30 aprile 2016
« Monti e valli hanno le loro corrispondenze nella vita interiore. Le valli, dove scorrono fiumi e ruscelli, rappresentano la fertilità, e dunque l’abbondanza, la generosità, la bontà. È nelle valli, non sulle vette, che si trovano praterie, giardini, frutti, fiori e città con i loro abitanti. Sulle alte vette si trovano la roccia, il ghiaccio e l’aridità.
Vi sentite isolati? Ebbene, non rimanete sulla vetta, là dove vi ha trascinato il vostro intelletto con il suo orgoglio e la sua propensione alla critica. Scendete nella valle dove regna l’abbondanza, dove si manifesta il cuore, dove scorrono le acque dell’amore. Il sapere che avete acquisito sulle alte cime grazie al vostro intelletto, deve sciogliersi per formare ruscelli e fiumi, e fertilizzare così le vallate.
Perché c'è un tempo per salire e un tempo per scendere: c’è un tempo per elevarsi sulla montagna con l’intelletto, e un tempo per scendere nella valle con il cuore."   Omraam Mikhaël Aïvanhov

mercoledì 1 giugno 2016

Incontri e nutrimento


Il bosco dopo la pioggia - Acquerello 2016 

E' un pensiero che parla dell'arte e degli artisti 
quello che qui mi piace riportare.
Soprattutto perchè sottolinea quegli "scambi sottili" 
che nutrono la vita affettiva
e che sono presenti anche nella comunicazione 
tra chi si esprime con il linguaggio dei colori 
e chi si dona un tempo per soffermarsi ad "ascoltare".


« Se sapeste osservarvi, constatereste che la maggior parte della vostra vita affettiva è fatta di scambi sottili e che sono questi scambi a nutrirvi. La mattina, uscendo di casa, incontrate uomini e donne per i quali provate amicizia, simpatia o anche ammirazione: li salutate, essi ricambiano il vostro saluto e voi siete felici. Tali scambi avvengono tramite il vostro cuore, il vostro intelletto, la vostra anima e il vostro spirito. Direte che non avete tantissime occasioni di incontrare fisicamente uomini e donne che vi ispirino quei sentimenti di amicizia o di ammirazione… Cosa importa? Potete sentirne alcuni alla radio, vederne alla televisione. E ci sono anche i libri che leggete, la musica che ascoltate, le opere d’arte che contemplate e che vi riempiono di meraviglia. Non sono forse anche questi degli scambi che fate con le creature? Con i loro capolavori, gli artisti ci donano qualcosa, e anche noi, con la nostra ammirazione e il nostro amore, gli rendiamo qualcosa in cambio. Certo, molti di loro sono morti, ma la loro anima e il loro spirito, che hanno creato quei capolavori, sono immortali e noi continuiamo a comunicare con loro.»
Pensiero di venerdì 6 maggio 2016
Omraam Mikhaël Aïvanhov

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...