Mi farebbe piacere...

Ciao e benvenuta/o in questo Blog. Mi piacerebbe tu esprimessi un pensiero sul mio... mondo di colori. Grazie!

OSCILLARE

(Hermann Hesse)-"Già fin d'allora i sentimenti erano quelli che dovevano restare per sempre: l'incertezza del proprio valore, un continuo oscillare fra l'autostima e lo scoraggiamento, fra un idealismo al di sopra delle cose del mondo e un naturale appetito dei sensi, e come allora, anche cento volte più tardi ho visto quei tratti della mia natura talvolta come una spregevole malattia, talaltra come segno di merito."

mercoledì 30 aprile 2014

Il colore dell'acqua


Pomeriggio sul lago - Acquerello 290414

Per un acquerellista l'acqua ha una funzione essenziale.
Potrei quindi sostenere come questo tempo di pioggia
sia l'ideale per non rimanere inattivi e spendere bene
le ore trascorse in casa in attesa di una bella giornata.
L'umidità diffusa mi consente addirittura di affrontare
un tema di paesaggio da me poco frequentato, quello del lago.
Naturalmente l'insieme risente di un'atmosfera variabile,
qualche pausa tra gli scrosci permette al sole di riaffacciarsi,
il vento rimescola volentieri le nubi minacciose, le allontana,
ed è così che d'un tratto mi accorgo stupito e felice
che all'improvviso e inatteso sta ritornando il sereno.

mercoledì 23 aprile 2014

Dopo la pioggia


Spazio aperto - Acquerello 181113

Da pochi minuti la pioggia fitta, arrivata all'improvviso,
ha lasciato spazio ad un momento di quiete.
La luce è ritornata con la sua forza a rompere le nuvole,
riportando dentro la stanza il senso di benessere
che sempre mi prende quando esco dall'ombra.
Ho ripensato allora al mio acquerello autunnale,
così bagnato ma anche così aperto al ritorno dei colori.
Da tempo aspettavo l'occasione per postarlo,
adesso è qui!

 Aggiungo una riflessione di Omraam Mikhaël Aïvanhov
 preziosa anche per chi ama prendere in mano il pennello...

"Pensare, sentire, agire: è questo l'ordine che deve presiedere a ogni impresa… È così che procede il saggio: egli inizia col riflettere, considera tutti gli elementi del lavoro da eseguire o del problema da risolvere; in seguito fa intervenire il sentimento, ossia il gusto, l’interesse, l’amore per il compito da eseguire. Infine decide di mettersi al lavoro per realizzare il suo progetto, e non abbandona quel progetto a metà strada. Si può dunque dire che ciò che il saggio ha concepito tramite il pensiero, viene da lui rafforzato e vivificato per mezzo del sentimento, e finalmente realizzato grazie a una volontà impeccabile." 

lunedì 14 aprile 2014

Desiderio e realtà



Orizzonte aperto - Acquerello 200113

Ho deciso di abbassare le linee che normalmente
delimitano l'ampiezza del mio orizzonte.
Non mi è data altra scelta, nel caso decidessi
di muovermi verso spazi più aperti,
sarebbe una risposta al desiderio che a volte
si ravviva improvviso nel mio animo.
La protezione delle mura, domestiche o meno,
sono esperienza che dura da una vita,
il timore di superare le barriere
e oltrepassare il limite è ancora presente.
Provo pertanto a dipingere possibilità,
non vorrei essere proprio io a tradire
le parole che ogni tanto rivolgo ai miei amici:
"Impariamo sulla carta a praticare
quello che nella vita reale spesso non osiamo".

mercoledì 9 aprile 2014

Piccoli ragazzi, veri!

 
Ieri ho avuto nuovamente il privilegio 
di assistere alla immediatezza gioiosa 
con cui i ragazzi si accostano ai colori.
Ancora per merito di Sofia e con Silvana
la Biblioteca di Arsiero ha visto riuniti
tre 'moschettieri' che non usano spade...
ma solamente libri che contengono tesori
espressi in parole sincere e belle immagini.
Una mattinata pienamente vissuta,
un cammino che ogni tanto incrocia
la frescezza esuberante della vita.
La Scuola può offrire anche questo!













LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...