Mi farebbe piacere...

Ciao e benvenuta/o in questo Blog. Mi piacerebbe tu esprimessi un pensiero sul mio... mondo di colori. Grazie!

OSCILLARE

(Hermann Hesse)-"Già fin d'allora i sentimenti erano quelli che dovevano restare per sempre: l'incertezza del proprio valore, un continuo oscillare fra l'autostima e lo scoraggiamento, fra un idealismo al di sopra delle cose del mondo e un naturale appetito dei sensi, e come allora, anche cento volte più tardi ho visto quei tratti della mia natura talvolta come una spregevole malattia, talaltra come segno di merito."

giovedì 15 settembre 2011

Oltre

Oltre il muro - Acquerello 2006

E' un tema, quello dell'Oltre, sul quale mi soffermo da molto tempo,
credo sia l'esperienza più densa di questi ultimi anni.
Contiene desiderio e timore, perfino il dubbio sul senso
di poter-dover cercare Oltre.
Ben marcato è davanti a noi un limite,
oltrepassarlo potrebbe essere vita nuova
oppure abbandono di certezze,
di radicamenti, di ancoraggi sicuri.
Eppure l'Oltre mi attira, forse per il fatto che se è pericolo
è pure una possibilità di vita altra.
Ma sto comprendendo che in ogni giorno si annida l'Oltre,
ne facciamo esperienza spesso senza nemmeno accorgercene.
E allora tutto diventa più semplice, alla fine è sempre lei, la Vita,
che ci trattiene di qua o ci conduce di là, Oltre il confine.
Del resto, quand'ero piccolo mi piaceva superare un muro,
mi portava nel bosco dei frati di Casa Vela,
una meraviglia in ogni stagione: alberi di ogni specie, fiori rari,
funghi e castagne e... piccola legna per la stufa!
Anche il convento di Condino è racchiuso entro alte mura,
lo proteggono dalla montagna sovrastante,
ma non impediscono la vista del bosco meraviglioso
che in autunno diviene una tavolozza indescrivibile.
Tina, invece, a Bagni Froy ci ha condotti in un'esperienza
molto bella e interessante di "Colori e Parole"...

Oltre - Acquerello e... 3 Agosto 2011

martedì 6 settembre 2011

Altri pensieri, altri silenzi


Colori nel silenzio è diventato colori in amicizia.
Ora ripenso a quei silenzi indotti da pensieri pesanti
e non dal vuoto che l'attenzione al respiro può indurre
per accompagnare alla quiete della mente e del cuore.
Il cuore non sia mai triste, il suo movimento senza fine,
- non perderà il Suo Amore quando avrà cessato di battere -
ha avuto inizio nel Mistero e in Esso troverà Pace.
I colori sono in silenzio, ora, aspettano con pazienza
che i pensieri prepotenti si stanchino di rovistare
in tane nascoste, sanno che la Luce risolverà ogni dubbio
ridonando a ciascuno il proprio timbro, il proprio sè,
quello che ha un nome e che vive in pienezza mentre
semplicemente afferma: eccomi, ci sono, sono io!


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...