Mi farebbe piacere...

Ciao e benvenuta/o in questo Blog. Mi piacerebbe tu esprimessi un pensiero sul mio... mondo di colori. Grazie!

OSCILLARE

(Hermann Hesse)-"Già fin d'allora i sentimenti erano quelli che dovevano restare per sempre: l'incertezza del proprio valore, un continuo oscillare fra l'autostima e lo scoraggiamento, fra un idealismo al di sopra delle cose del mondo e un naturale appetito dei sensi, e come allora, anche cento volte più tardi ho visto quei tratti della mia natura talvolta come una spregevole malattia, talaltra come segno di merito."

lunedì 28 giugno 2010

La via del desiderio

Desiderio di Primavera - Acquerello 2010

Da un bel po' di tempo ormai mi porto dentro una riflessione continua sul tema del DESIDERIO. Riporto qui alcune righe che mi piace proporre all'attenzione degli amici. Sono tratte da un libro che ho acquistato in Cittadella Ospitalità di Assisi nel maggio 2007, durante l'annuale proposta del Seminario sulla Comunicazione nella Coppia, cui ogni tanto ancora Cate ed io partecipiamo.

"Le nostre paure sono come catenacci  che sigillano in un baule
 il tesoro nascosto del nostro desiderio profondo.
Quindi osservando le mie paure,
facendo attenzione a ciò che più temo nella vita,
potrò scoprire quello che cerco ardentemente,
perchè in ciò che più temo di perdere
posso scoprire ciò che più desidero".

(Benoit Garceau - La via del desiderio - Cittadella Editrice - Assisi 2000)

lunedì 21 giugno 2010

San Luigi Gonzaga

Papaveri (part.) - Acquerello 210510

Un pensiero colorato per gli amici nel giorno del mio onomastico.

San Luigi Gonzaga. Figlio del duca di Mantova, nato il 19 marzo del 1568, fin dall'infanzia il padre lo educò alle armi, tanto che a 5 anni già indossava una mini corazza ed un elmo e rischiò di rimanere schiacciato sparando un colpo con un cannone. Ma a 10 anni Luigi aveva deciso che la sua strada era un'altra: quella che attraverso l'umiltà, il voto di castità e una vita dedicata al prossimo l'avrebbe condotto a Dio. A 12 anni ricevette la prima comunione da san Carlo Borromeo, in visita a Brescia. Decise poi di entrare nella compagnia di Gesù e per riuscirci dovette sostenere due anni di lotte contro il padre. Libero ormai di seguire Cristo, rinunciò al titolo e all'eredità ed entrò nel Collegio romano dei gesuiti, dedicandosi agli umili e agli ammalati, distinguendosi soprattutto durante l'epidemia di peste che colpì Roma nel 1590. In quell'occasione, trasportando sulle spalle un moribondo, rimase contagiato e morì. Era il 1591, aveva solo 23 anni. (Avvenire)

giovedì 10 giugno 2010

Vacanze di altri tempi

Canal Vena - Chioggia - Acquerello 1981

Ho spesso osservato questo mio lavoro di... qualche anno fa. Pensavo che prima o poi dovevo postarlo. Ora, dopo Venezia, può essere il momento giusto. Per un confronto, per capire dove e quando sono riuscito ad esprimere, attraverso la copia, una dimensione ancora sconosciuta, a misurarmi quindi con l'ignoto esercitando un bel controllo per impedire alla paura di prendere il sopravvento e di bloccare il desiderio e l'azione conseguente. Siamo a Chioggia, spesso è stata meta negli anni, di solito alla sera per i colori pazzeschi dei tramonti sulla laguna, per dare ai nostri figli uno spazio di novità fuori dal campeggio di Rosapineta, per entrare nella vivacità tipica della cittadina di mare.
Alcuni particolari mi colpiscono tuttora perchè sono indicativi di una disponibilità che molto spesso poi non sono riuscito a rimettere serenamente in gioco.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...