Mi farebbe piacere...

Ciao e benvenuta/o in questo Blog. Mi piacerebbe tu esprimessi un pensiero sul mio... mondo di colori. Grazie!

OSCILLARE

(Hermann Hesse)-"Già fin d'allora i sentimenti erano quelli che dovevano restare per sempre: l'incertezza del proprio valore, un continuo oscillare fra l'autostima e lo scoraggiamento, fra un idealismo al di sopra delle cose del mondo e un naturale appetito dei sensi, e come allora, anche cento volte più tardi ho visto quei tratti della mia natura talvolta come una spregevole malattia, talaltra come segno di merito."

mercoledì 23 dicembre 2009

La teologia di Etty

BUON NATALE
Oggi ho fatto il presepe. Sapevo da giorni che questa mattina doveva essere quella buona e infatti le circostanze mi hanno favorito. Ho scelto, come augurio per chi leggerà, un pensiero forte di Etty, dal Diario che Teresa mi ha regalato per Natale dopo avermene parlato mesi fa. L'ho letto con crescente stupore, davvero straordinario.
Per sostenere la tavoletta che porta il presepe, la stessa che uso per i colori (amicoso regalo), ho usato il bastone acquistato simpaticamente per me da Renzo cugino ad Asiago.
E' il mio aiuto 'leggero e casalingo' di oggi al 'mio Dio' , su consiglio di una ragazza ebrea di Amsterdam di 27 anni, incredibile testimone di vita.

Preghiera della domenica mattina.

Ti prometto una cosa, Dio, soltanto una piccola cosa: cercherò di non appesantire l’oggi con i pesi delle mie preoccupazioni per il domani – ma anche questo richiede una certa esperienza. Ogni giorno ha già la sua parte. Cercherò di aiutarti affinché tu non venga distrutto dentro di me, ma a priori non posso promettere nulla. Una cosa, però, diventa sempre più evidente per me, e cioè che tu non puoi aiutare noi, ma che siamo noi a dovere aiutare te, e in questo modo aiutiamo noi stessi. L’unica cosa che possiamo salvare di questi tempi, e anche l’unica che veramente conti, è un piccolo pezzo di te in noi stessi, mio Dio. E forse possiamo anche contribuire a disseppellirti dai cuori devastati di altri uomini. …. Io non chiamo in causa la tua responsabilità, più tardi sarai tu a dichiarare responsabili noi.
E quasi a ogni battito del mio cuore,
cresce la mia certezza:
tu non puoi aiutarci,
ma tocca a noi aiutare te,
difendere fino all’ultimo
la tua casa
in noi.
12 luglio 1942

da “DIARIO. 1941–1943” di Etty Hillesum. Adelphi Edizioni 1986.

venerdì 18 dicembre 2009

Tempo di attesa, tempo di speranza.


Fattorie nella neve - Acquerello 2001

Cate è uscita da poco, l'aspetta la consueta serata di festa natalizia con i bambini della Scuola. Fa molto freddo anche qui in valle, troppo per la neve che perciò non è ancora arrivata. Solo ieri mattima un leggerissimo velo ricopriva l'auto in corte, Carla, alle prese con i suoi nevosi acquerelli-dono, mi diceva che Piovene era tutta bianca mentre Virgi, di sera e dopo che in tv aveva visto Vicenza imbiancata, mi telefonava e condivideva la sua soddisfazione per l'allestimento della collettiva di Natale.
A ridosso dei monti la situazione è particolare, sentiamo che nevica in pianura e qui niente, sono le correnti fredde che impediscono al cielo di costruirsi le nuvole giuste e di assumere quel grigio plumbeo che fin da bambino ho imparato ad osservare come segnale di nevicate imminenti. L'aria è pungente, stanotte perfino il ghiaccio, cosa molto rara, ha disegnato i doppi vetri della finestra che dalla cucina guarda a nord-ovest.
Il breve suono di un sms mi informa che anche nei dintorni di Milano sta nevicando e allora... 4 ciàcole amichevoli si inseriscono volentieri a colorare il vissuto di questo tardo pomeriggio.
E' bello osservare come ci si sente uniti dai colori e come parte della nostra semplice ma intensa vita quotidiana entra anch'essa a costruirli. A volte sono colori leggeri e luminosi, ci piace assecondarli e soffriamo quando lasciano il posto a quelli + freddi e scuri.
Ma il tempo di attesa che stiamo vivendo ci mostra una Via di speranza. Lungo di essa ci si può inoltrare ed è possibile accogliere un Amore che invade l'animo fin nel profondo e riscalda e dà senso ai giorni della vita.
Accompagno i miei pensieri con un acquerello la cui atmosfera continua a darmi gioia; si è pure meritato un premio nel nostro 'piccolo' concorso di zona.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...