Mi farebbe piacere...

Ciao e benvenuta/o in questo Blog. Mi piacerebbe tu esprimessi un pensiero sul mio... mondo di colori. Grazie!

OSCILLARE

(Hermann Hesse)-"Già fin d'allora i sentimenti erano quelli che dovevano restare per sempre: l'incertezza del proprio valore, un continuo oscillare fra l'autostima e lo scoraggiamento, fra un idealismo al di sopra delle cose del mondo e un naturale appetito dei sensi, e come allora, anche cento volte più tardi ho visto quei tratti della mia natura talvolta come una spregevole malattia, talaltra come segno di merito."

mercoledì 30 settembre 2009

Rosso di sera

Rosso di sera - Acquerello 2008


Nel pomeriggio il tempo si è fatto nuvoloso, forse Settembre non è così convinto di doversene andare oppure si traveste da Ottobre per non farci provare poi troppa nostalgia. Ma non mi va di adattarmi così, su due piedi, alle nebbie autunnali e, per contrasto, posto "Rosso di sera" del 2008.

lunedì 28 settembre 2009

Vedute autunnali

Ho avuto occasione di muovermi lungo le valli, in questo periodo. Dominano ancora i verdi (colori!), quest'anno + imperanti che mai per le piogge che hanno caratterizzato la stagione primaverile. Qui da noi la calda estate si è fatta sentire saltuariamente, Settembre ci sta regalando giorni tuttora splendidi, una continua tentazione di vita all'aperto, una possibilità prolungata di respiri a pieni polmoni. Sto scrivendo e colgo appena la campana della sera, sono le otto: di sicuro una preghiera sale dal cuore alle labbra di qualcuno e accompagna i rintocchi che si spengono mentre la luce cede il passo al buio della notte incipiente. Osservavo sti giorni i miei lavori autunnali degli ultimi due anni. Ancora seriali, ancora la ricerca di un modo per catturare un mondo che in autunno sembra rotolarsi beatamente sopra la tavolozza + ricca e fantasiosa. Credo che ne sceglierò alcuni per tentare di cogliere, se possibile, un messaggio nascosto che mi indichi come andare oltre. Intanto posto il primo, che compie oggi 2 anni giusti giusti!

giovedì 10 settembre 2009

Roselline per il tempo di Sara


Di questi tempi la notizia appena giunta che Sara, grande figlia,
è approdata al tempo indeterminato merita di essere condivisa.
Mi pare bello postare delle roselline che lei ama
in modo particolare e che ha fatto sue a prima vista.
E' segno del nostro affetto accompagnato dall'augurio
per un percorso che, seppur impegnativo,
le dia soddisfazione e un po' + di serenità.

mercoledì 2 settembre 2009

I colori dell'amicizia 2009


E' piena di silenzio e di colori la giornata a Condino. Sveglia alle 7, meditazione e colazione. Poi 4 passi veloci con Cate, entro le 10 vogliamo rientrare per non perdere il messaggio che p. Andrea intende proporci.
Al di là di quanto serve per una buona pratica, la settimana è punteggiata dalla lettura di un libriccino su S.Francesco, delizioso; molti di noi ne hanno acquistato anche + copie.
Le vie del paese al mattino sono pressocchè deserte, qualche signora rientra con la borsa profumata di pane (quello integrale con i semi di girasole è una manna!), i tavolini del bar vedono gli amici affezionati sfogliare il giornale sorseggiando un buon caffè.
L'aria è ancora frizzante, lo sguardo si perde tra i colori dei giardini e degli orti rigogliosi.
Grandi case sfilano una accanto all'altra, forti e caratteristiche, con grandi granai che un po' alla volta diventano alloggi, piazzette ci accolgono col mormorio delle vecchie fontane.
Ci sentiamo a casa, si può dire, o perlomeno in un luogo che ormai ci è familiare.






Verso le 3 del pomeriggio raggiungo il rustico dove si tiene il corso. Grandi finestre si aprono alla luce del cortile che dà sull'ingresso. Un vocìo continuo caratterizza il gruppo, contenuto tuttavia da musiche varie che accompagnano il lavoro.


Il caldo non dà tregua ma è mitigato da folate di vento che fanno svolazzare gli acquerelli messi ad asciugare sui davanzali.
Timide incertezze nella scelta dei soggetti, colori usati con grinta o troppo diluiti, richieste di conferma o di aiuto, sconforto e gioia si fanno compagnia. Giorno dopo giorno si crea + confidenza, ci si conosce meglio, ci si osserva curiosi, chi + vivace, chi nel silenzio con animo assorto. Venerdì arriva veloce, così gli acquerelli diventano quadri e poi mostra; volentieri si accostano ad altri che già abbelliscono le pareti del chiostro.
Stefano mi aiuta fino all'ultimo, deve partire alla sera ma vuole vedere il lavoro concluso.

Riprende la voce che racconta Francesco. Nel silenzio della sala entrano allora anche i colori, per mescolarsi con parole di serenità e di pace.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...